Molino Gaetano Roccasalva

Il Molino Gaetano Roccasalva seleziona le migliori materie prime presenti sul mercato nazionale e i grani più pregiati provenienti dall'estero, attraverso rigorosi controlli qualitativi e igienico-sanitari: all'inizio del processo produttivo, sono sottoposti a rigida osservazione il contenuto in proteine, la qualità del glutine e l'assenza di contaminanti.

Tutti i prodotti sono in possesso delle seguenti certificazioni: IFS, BIOAGRICERT.

View the embedded image gallery online at:
http://molinoroccasalva.it/lavorazione.html#sigProIdc7ba8b067e

Il ciclo produttivo prevede cinque sequenze principali

 Fase di immagazzinamento

Al suo arrivo in azienda il grano, dopo le operazioni di pesatura, ispezione e prelevamento per le analisi, passa ai sili di stoccaggio. Ogni silos, di grandezza variabile, contiene una tipologia di grano differente: in base alla concentrazione di proteine e alle altre caratteristiche intrinseche del prodotto. Una volta stabilite le proporzioni di grani necessari alla produzione delle diverse qualità di semole, i sili vengono aperti allo scopo di assicurare un utilizzo bilanciato delle differenti varietà di grano.

 Fase di pulitura

Per eliminare i corpi estranei di origine minerale e vegetale, il grano è sottoposto ripetutamente ad azione di pulitura: tramite sistemi di aspirazione, spazzolatura e l'impiego di selezionatrici ottiche, le impurità vengono separate dai grani e rimosse. Infine, il grano viene bagnato con dell'acqua per facilitare il distacco della parte corticale dei chicchi. Tale processo di idratazione e il successivo periodo di riposo all'interno dei sili (dalle 12 alle 48 ore) dipendono dalla tipologia del grano.

 Fase di macinazione

Dopo essere stato decorticato, il grano è avviato alla macinazione. Il ciclo di lavorazione prevede il passaggio da una macina a quella seguente, con l'obiettivo di ridurre progressivamente la granulometria del prodotto fino ad ottenere quella desiderata. All'inizio della macinazione, coppie di cilindri metallici a superficie ruvida ruotano in senso inverso e provocano la rottura del chicco: successivamente, i vari frammenti passano attraverso macchine con cilindri sempre più ravvicinati, diminuendo in maniera graduale il loro spessore.

 Fase di setacciatura

Ad ogni passaggio di macinazione, un setaccio oscillante recupera il prodotto in uscita trattenendo i frammenti più grossi (la crusca) e lasciando passare quelli più fini, costituiti da semola grossolana. Il rimanente viene nuovamente macinato e setacciato. In base alla maggiore o minore lavorazione del grano, si ottengono numerosi prodotti: semola, semola rimacinata, crusca, cruschello etc. Terminata la fase di setacciatura, questi ultimi vengono sottoposti nuovamente a controlli e riposti nei sili in attesa del confezionamento.

 Fase di distribuzione

Dopo il confezionamento in sacchi da diverso formato (1, 5 e 25 Kg) o il caricamento di silos cisterne, i prodotti finiti sono pronti per la distribuzione sull'intero territorio nazionale ed estero.

Website Security Test